ASSOCIAZIONE PRO NATURA BOLOGNA - Organizzazione onlus di volontariato per l'ambiente e la protezione civile

RISCHIO IDROGEOLOGICO
 

Il rischio idrogeologico fa riferimento a tutti i fenomeni di

  • Erosione

  • Smottamenti e frane

  • Alluvioni

  • Ingressioni  marine


Nel sistema di allertamento il rischio idrogeologico viene definito come rischio che corrisponde agli effetti indotti sul territorio dal superamento dei livelli pluviometrici critici lungo i versanti, dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua della la rete idrografica minore e di smaltimento delle acque piovane.

Anche il rischio idrogeologico, al pari del rischio idraulico, è il prodotto di più fattori:

  • Rischio Totale (Rc), inteso come il numero delle persone coinvolte, danni alle proprietà, ad attività economiche e sociali;

  • Valore degli elementi esposti (vE), cioè la popolazione, proprietà, attività economiche, patrimonio ambientale e culturale;

  • Pericolosità (H), cioè la  Probabilità di accadimento di un determinato fenomeno potenziale in uno specifico periodo di tempo in una determinata area;

  • Vulnerabilità (V), definita come grado di danno o di perdita di uno o più elementi a rischio.

Rc = vE x H x V

Per dissesto idrogeologico si intende quell'insieme di fenomeni di erosione idrica, degradazione superficiale e del sottosuolo, le aggressioni delle acque fluviali o marine che determinano l'instabilità dei versanti, le alluvioni e l'arretramento dei litorali.

I fattori che provocano il dissesto possono essere naturali (caratteristiche delle rocce e terreni, subsidenza, terremoti, clima) o artificiali creati dall'uomo (espansioni edilizie, sbancamenti, disboscamenti, sfruttamento e emungimento falde idriche sotterranee, infiltrazione d'acqua,…).

Tra i fattori naturali che predispongono il nostro territorio ai dissesti idrogeologici, rientra la sua conformazione geologica e geomorfologica, caratterizzata da un'orografia (distribuzione dei rilievi) complessa e bacini idrografici generalmente di piccole dimensioni, che sono quindi caratterizzati da tempi di risposta alle precipitazioni estremamente rapidi. Il tempo che intercorre tra l'inizio della pioggia e il manifestarsi della piena nel corso d'acqua può essere dunque molto breve. Eventi meteorologici localizzati e intensi combinati con queste caratteristiche del territorio possono dare luogo dunque a fenomeni violenti caratterizzati da cinematiche anche molto rapide (colate di fango e flash floods).

Il rischio idrogeologico è inoltre fortemente condizionato anche dall'azione dell'uomo. La densità della popolazione, la progressiva urbanizzazione, l'abbandono dei terreni montani, l'abusivismo edilizio, il continuo disboscamento, l'uso di tecniche agricole poco rispettose dell'ambiente e la mancata manutenzione dei versanti e dei corsi d'acqua hanno sicuramente aggravato il dissesto e messo ulteriormente in evidenza la fragilità del territorio italiano e aumentato l'esposizione ai fenomeni e quindi il rischio stesso.

 


Pro Natura Bologna

Via della Selva Pescarola, 26
40131 BOLOGNA
Tel. 3406972944
© Copyright Pro Natura Bologna 2017 - 2018 C.F. 92012260375 - sito web designed by sitosolidale.com