ASSOCIAZIONE PRO NATURA BOLOGNA - Organizzazione onlus di volontariato per l'ambiente e la protezione civile

ANTI INCENDIO
 


Pro Natura Bologna è particolarmente attenta al problema degli incendi boschivi e campestri, i quali hanno nel periodo estivo, la loro maggiore attività. Un'altra attività importante per la prevenzione degli incendi campestri è la pulizia del sottobosco.

Molti dei volontari della nostra associazione sono specializzati A.I.B. anti incendi boschivi, attraverso un corso i cui esami finali sono presieduti e giudicati presso il comando dei Vigili del Fuoco. L'attestato conseguito è stato rilasciato dalla Provincia di Bologna. Qualche altro volontario inoltre, ha conseguito un ulteriore attestato di "capo squadra A.I.B." che altro non è che il coordinatore di una pattuglia di volontari A.I.B. durante un incendio boschivo.

Le tre cause principali degli incendi boschivi sono:

Cause naturali, che hanno una incidenza di accadimento molto modesta, quali:

  • Fulmini;

  • Eruzione vulcanica.

Cause accidentali, anche queste con incidenza modesta, quali:

  • Effetto lente (pezzi di vetro presenti nel suolo);

  • Scintille (limitato alle scarpate ferroviarie);

  • Archi voltaici (interruzioni violente di corrente).

Cause di origine antropica (derivate dall'uomo) quali:

  • Colpose/Involontarie (mozziconi di sigaretta, fuochi campestri, abbruciamento delle stoppie, incidenti stradali);

  • Dolose/Volontarie (piromania, fini speculativi, esibizionismo, vendetta).


Per comprendere meglio come l'incendio si propaga è necessario capire come il calore prodotto dalla combustione si propaga ad altri materiali. Questo avviene in tre modi:

  • Per irraggiamento: L'energia calorica viene trasportata nello spazio mediante onde elettromagnetiche senza alcun contatto diretto.

  • Per convenzione: Il calore si propaga nell'aria per differenza di densità.

  • Per conduzione: Il calore si trasmette da un estremo all'altro di un corpo per fenomeno molecolare.


L'agente primario della dinamica evolutiva degli incendi boschivi e campestri è il vento. Esso svolge un'influenza primaria sul comportamento del fuoco e quindi sull'evoluzione generale dell'incendio. Se è costante la forma dell'incendio è ellittica-allungata con avanzamento secondo la direzione del vento. Se il vento è irregolare altrettanto irregolare risulterà essere la forma dell'incendio.

Anche gli incendi boschivi sono suddivisi per tipologie:

  1. Incendi sotterranei che si sviluppano per abbruciamento delle sostanze vegetali sotto il livello del suolo quali:

  • Humus indecomposto

  • Torba

  • Ceppaie

  • Radici

  1. Incendi di superficie che si sviluppano a livello del suolo per azione di:

  • Erba secca, rami secchi e foglie

L'incendio avanza rapidamente e raramente raggiunge forte intensità e spesso non determina danni di rilievo alla vegetazione arborea e si riesce a spegnere con relativa facilità a meno che non si trasformi in incendio di chioma.

  1. Incendi di chioma.

Sono i più pericolosi e preoccupanti per via del fatto che le fiamme investono rapidamente le chiome degli alberi con grande sviluppo di calore. I danni sonomolto gravi e nel caso di boschi o conifere, sono sempre altamente distruttivi.

Ogni cittadino è richiamato alla massima attenzione e prevenzione qualsiasi volta si trovi in area boschiva o campestre evitando di accendere fuochi di ogni tipo, facendo particolare attenzione a spegnere bene i mozziconi di sigaretta.

CHI SALVAGUARDA LA NATURA SALVAGUARDA SE STESSO

 


Pro Natura Bologna

Via della Selva Pescarola, 26
40131 BOLOGNA
Tel. 3406972944
© Copyright Pro Natura Bologna 2017 - 2018 C.F. 92012260375 - sito web designed by sitosolidale.com